Quando l’estate finisce e arriva la stagione invernale, ci si pone il problema di come svuotare la piscina. In realtà si tratta di un procedimento semplice, soprattutto se si possiede una vasca di ultima generazione con lo svuotamento automatico. In ogni caso, per tutelare la propria struttura durante l’inverno è necessario seguire qualche semplice passaggio.

Svuotare la piscina a fine stagione è importantissimo, se si vogliono evitare spese per la manutenzione extra l’anno successivo. Dunque, a seconda del modello di vasca che si possiede, della sua dimensione e di dove è posizionata – dentro o fuori terra – si utilizzano precisi strumenti e procedimenti per un efficace processo.

Come svuotare la piscina con la pompa a sabbia?

Quando la stagione termina e si ritiene che la piscina rimarrà inutilizzata per diverso tempo, è sempre preferibile procedere svuotandola. Il metodo più comune e utilizzato per rimuovere l’acqua dalla vasca è utilizzando la pompa a sabbia.

Le pompe per svuotare le piscine sono costituite da un filtro ad arena, da un contenitore cilindrico e dalla pompa stessa. Si tratta di dispositivi particolarmente comodi, perché è possibile regolare la lunghezza del tubo a seconda delle proprie esigenze. Per azionare la pompa a sabbia è sufficiente immergerla nella piscina e avviarla. A questo punto lo svuotamento dell’intero volume avviene in automatico, senza il bisogno di un supporto. È importante non immettere il motore vero e proprio della pompa nell’acqua, ma solamente i tubi di ripescaggio e di uscita. 

Lo svuotamento della vasca attraverso la pompa a sabbia avviene con grande efficacia. Infatti, la sabbia presente nel cilindro serve a filtrare l’intero liquido, trattenendo i detriti che erano presenti in piscina e restituendo un flusso pulito e depurato. Il tempo necessario per svuotare l’intera struttura dipende dalla potenza del macchinario e dalla grandezza della struttura. 

Piscina senza pompa: come svuotarla

È anche possibile svuotare la piscina senza la pompa, utilizzando la presa di fondo. In particolare, si individuano due modelli diversi di vasca e per ciascuno si spiega il procedimento da utilizzare:

  • vasca a skimmer: per svuotare una piscina con lo skimmer si comincia spegnendo la pompa e chiudendo le valvole e le bocchette di mandata. A quel punto è necessario posizionare la valvola selettrice del filtro sulla modalità “scarico” e avviare il comando, accendendo la pompa. Poi si conclude l’operazione spegnendo la pompa e pulendo la superficie della vasca;
  • vasca a sfioro: anche in questo caso si comincia spegnendo la pompa e chiudendo tutte le valvole. Successivamente si apre solo la valvola relativa alla presa di fondo e si accende il dispositivo, finché tutta l’acqua non sarà uscita. Al termine del processo si richiude quest’ultima valvola e si procede nello stesso modo per svuotare anche la vasca di compenso.

Come svuotare la piscina con la canna?

Per svuotare una piscina utilizzando la canna è necessario seguire un procedimento ben preciso. Si tratta, dunque, di uno dei principali metodi alternativi allo svuotamento senza pompa. Lo svuotamento della vasca con la canna avviene nel seguente modo:

  1. si collega il tradizionale tubo da giardino a un rubinetto posto nelle vicinanze della vasca;
  2. si inserisce l’altra estremità del tubo nella vasca da svuotare;
  3. si apre momentaneamente l’acqua per eliminare tutta l’aria presente nel tubo e per procedere con lo svuotamento;
  4. si posiziona l’estremità lasciata fuori più in basso rispetto al livello della vasca, così che l’acqua possa scorrere verso l’esterno;
  5. per il principio dei vasi comunicanti, il flusso andrà dalla piscina verso il giardino, eliminando tutta l’acqua presente nella vasca.

Come svuotare piscina interrata

Non esistono regole precise per svuotare una piscina interrata, ma si seguono le indicazioni generali. Dunque, si va per prima cosa a valutare com’è la piscina: se si tratta di un modello con una presa di fondo e se il ricircolo avviene grazie allo skimmer o al bordo a sfioro.

Per svuotare una piscina interrata si utilizza la presa di fondo o la pompa a immersione. Nel primo caso si utilizzano le indicazioni già esposte, nel secondo caso, invece, è sufficiente immergere la pompa nella piscina e attivarla. Il procedimento avverrà poi in automatico, prosciugando interamente l’acqua presente in vasca e rilasciandola nel luogo indicato per lo scarico.

Come svuotare la piscina fuori terra

Le piscine fuori terra sono delle strutture standard poggiate nel giardino. Lo svuotamento di tali impianti non può avvenire in automatico, ma va guidato, per prima cosa si procede individuando quella che sarà la zona di scarico e, dunque, il luogo in cui l’acqua che è nella piscina deve defluire. Si parla di un tombino, una grondaia o un tubo di scarico.

In queste strutture – purché non si tratti di una vasca gonfiabile – si può usare la pompa elettrica, in grado di aspirare l’acqua e di rilasciarla nel luogo di scarico. Una volta immerso il dispositivo sul fondo della piscina è sufficiente attivarlo e aspettare il tempo necessario per rimuovere l’intero volume di acqua.

Svuotare piscina gonfiabile

Nel caso in cui non sia possibile costruire una vasca interrata nel giardino, si opta per una piscina gonfiabile. In tal caso, al termine della stagione, è necessario svuotare e sgonfiare la struttura. Per poterlo fare è opportuno aprire le valvole che mantengono la piscina gonfia e, al tempo stesso, aspettare che l’acqua fuoriesca gradualmente dai bordi. 

Per evitare lo svuotamento della vasca possa danneggiare il giardino e l’area in cui la struttura si trova, è bene fare attenzione a svolgere il procedimento lentamente. Al tempo stesso, è fondamentale che si abbia a disposizione uno spazio abbastanza ampio, così che la piscina possa contestualmente sgonfiarsi e svuotarsi.

Dove svuotare l’acqua piscina

Una volta svuotata la piscina ci si deve occupare dello smaltimento dell’acqua. In tal senso sono state imposte delle regole da seguire per far sì che il cloro presente nel flusso non danneggi l’ambiente. Dunque, per smaltire l’acqua della piscina è possibile:

  • affidarsi a un’azienda specializzata: dei professionisti del settore si occupano di svolgere l’intero processo di smaltimento in autonomia, seguendo la normativa vigente;
  • utilizzare il sistema fognario: è necessario eliminare il cloro con una declorazione prima di smaltire l’acqua. Si può scegliere se lasciare l’acqua a decantare oppure se trattarla con appositi prodotti chimici.

Unica Pool mette a disposizione dei suoi clienti una consulenza professionale su come svolgere l’intero processo in sicurezza. Gli esperti di Unica pool individuano e consigliano il metodo più adatto per svuotare la piscina, in base alle caratteristiche della stessa.