La piscina fuori terra è la soluzione ideale per chi possiede un grande giardino e ha voglia di avere una vasca rilassante e confortevole. Si tratta di un’alternativa più economica rispetto a quella interrata, ma altrettanto piacevole. Per quanto tale scelta rappresenti una spesa meno onerosa, è importante conoscere prima tutti i costi coinvolti.

Il costo di una piscina fuori terra varia a seconda delle sue specifiche. Si tratta, infatti, di una cifra totale che racchiude anche le spese di installazione, di montaggio e di manutenzione. Proprio per questo si individuano differenti fasce di prezzo, e conoscere i singoli dettagli aiuta ad effettuare una scelta ponderata e consapevole.

Quanto costa una piscina fuori terra

Le piscine fuori terra sono una tipologia di vasca che viene poggiata sul suolo. Si tratta, quindi, di una struttura che non ha bisogno di scavi o di lavori invasivi per essere installata. Le piscine fuori terra possono essere di diversi tipi a seconda del materiale che viene utilizzato per la loro costruzione: dalle più semplici e leggere in plastica gonfiabile, a quelle più comuni in legno. Ciascuno sceglie il modello che preferisce, quello più adatto allo spazio a disposizione e all’uso che se ne desidera fare. Le piscine fuori terra, a differenza di quelle interrate, non sono classificate come beni di lusso e per questo hanno un prezzo più accessibile e alla portata di un numero di persone maggiore.

Il costo totale della vasca è sempre influenzato da spese di installazione e manutenzione, elemento di prezzo tipicamente a vantaggio delle strutture fuori terra. Le spese di scavo, sempre molto elevate, in tal caso non sono previste. Un ulteriore vantaggio è la facilità di costruzione: la vasca viene poggiata sul suolo in modo non permanente mediante operazioni semplici e veloci. Infine, a influenzare il costo basso è anche l’assenza di burocrazia visto che, non trattandosi di un bene di lusso, non è necessario ottenere un titolo abilitativo e nemmeno erogare una comunicazione di inizio lavori.

Prezzi di acquisto delle piscine fuori terra

Prima di installare una piscina di qualunque tipo bisogna prima comprarla e, nel caso di una vasca fuori terra, il prezzo di acquisto dipende principalmente dal materiale scelto, che condiziona la qualità della piscina e la sua resistenza nel tempo. I quattro materiali tra cui scegliere sono solitamente:

  • legno: le vasche in legno sono le più belle esteticamente, ma purtroppo sono anche quelle soggette a un maggiore rischio di usura a causa del materiale naturale. Il prezzo associato a una vasca in legno va dai 1.750 euro ai 15.000 euro circa;
  • PVC: si tratta del modello più diffuso, perché riesce a coniugare un prezzo basso a una grande solidità e facilità di montaggio. Solitamente si utilizza il PVC per realizzare la struttura che poi, per ragioni estetiche, si può rivestire con il legno o con il vetro. Il prezzo associato a una piscina in PVC va dai 350 euro ai 1.700 euro circa;
  • gomma: si sceglie tale opzione quando non è possibile posizionare la vasca in maniera permanente. Si tratta della scelta meno costosa, ma anche meno solida. Il prezzo associato a una vasca gonfiabile, infatti, va dai 230 euro ai 1.100 euro circa;
  • acciaio: si tratta della soluzione esteticamente meno gradita, ma l’unica in grado di sopportare una grande dimensione. Il materiale, però, richiede un maggiore impegno nell'installazione. Il prezzo associato all'acciaio va dai 900 euro ai 5.500 euro circa.

Per chi è alla ricerca di una piscina fuori terra low cost l’alternativa in gomma è sicuramente la scelta più adatta, mettendo però in conto la sua scarsa resistenza e quindi la necessità di doverla sostituire dopo qualche anno.

Piscine fuori terra: i costi di gestione

La scelta della piscina fuori terra più adatta alle proprie esigenze non dipende solamente dal materiale, ma è influenzata anche da tutte le spese da sostenere nel tempo. Dunque, il costo complessivo da valutare è comprensivo anche dei costi di installazione, dei prodotti per il suo mantenimento, della manutenzione e dell’eventuale rivestimento esterno per migliorare l’impatto estetico. Pur considerando tutti questi aspetti, si tratta comunque di una scelta economicamente più sostenibile rispetto alle piscine interrate e seminterrate. Si distinguono le spese da sostenere in tre ambiti:

Costo di installazione per una piscina fuori terra

Le spese per l’installazione dipendono dalle tecniche utilizzate dalla ditta di riferimento e dal materiale scelto dal cliente. Ad esempio, quando si sceglie una vasca gonfiabile le spese di installazione sono ridotte al minimo e per tale motivo non hanno un grande impatto sul costo totale. Si tratta semplicemente di posizionare la vasca nel punto desiderato e di collegare la pompa ad aria, una procedura che è possibile svolgere anche in maniera autonoma, senza l’ausilio di professionisti e quindi senza bisogno di pagarne l’uscita o il servizio.

Le vasche in PVC e in acciaio, invece, richiedono la mano di un esperto per essere installate correttamente. Anche se meno complicate delle versioni interrate, le piscine fuori terra implicano operazioni genericamente più consistenti della semplice posa. Prima di appoggiare la vasca deve essere infatti predisposta la zona, che essenzialmente significa occuparsi del livellamento del terreno. Terminata questa operazione si può procedere con la stesura di un tappetino di materiale impermeabile dove la vasca andrà poi a poggiare. Mediamente i tempi di installazione vanno da 1 a 3 giorni, a seconda della dimensione della vasca scelta e delle condizioni del terreno sul quale lavoriamo.

Piscine fuori terra: costi di manutenzione

I costi di manutenzione non sono fissi ma variabili. Si fa riferimento, infatti, non solo alle spese ordinarie necessarie per mantenere la vasca in buone condizioni e per fronteggiare la stagione invernale, ma bisogna considerare un’eventuale manutenzione extra in caso di guasti e danneggiamenti accidentali. A seconda dell’ambito, dunque, è possibile considerare le seguenti tipologie di spesa:

  • costo dell’acqua: solitamente bisogna calcolare circa 50 euro per l’acqua. Tale spesa dipende anche dalle condizioni della stessa, se è necessario cambiare ogni stagione l’intero volume della vasca o meno;
  • costo dei prodotti chimici: i prodotti chimici sono indispensabili per mantenere un ottimo livello di pulizia e igiene dell’acqua. Il costo degli stessi va dai 100 euro ai 150 euro per circa un paio di stagioni;
  • spese accessorie: si parla di tutte quelle spese per pulire il filtro, acquistare lo skimmer, il retino e tutti gli accessori di pulizia utili al mantenimento della vasca, come spazzola e aspirapolvere.

Costo di rivestimento per una piscina fuori terra

Il costo del rivestimento, come le altre spese, rappresenta una variabile dipendente dal materiale usato. È bene specificare che non si tratta di una spesa necessaria, visto che si può anche scegliere di non rivestire la vasca. Nel caso in cui lo si voglia fare, si può optare tra un rivestimento in fibra di vetro, in PVC, in ceramica o in resina. 

I costi stimati per una vasca di 6 per 3 metri sono circa i seguenti:

  • resina: 2500 euro;
  • fibra di vetro: 1500 euro;
  • ceramica: 2500 euro;
  • PVC: 500 euro.

Questo tipo di spesa diventa considerevole se si opta per la ceramica o per la resina, ma decisamente più economico quando si riveste in PVC. È bene quindi valutare l’impatto estetico dei differenti materiali e scegliere quello che rispecchia i propri gusti personali, compatibilmente con il budget.

Quale costo per una piscina fuori terra chiavi in mano?

Unica Pool, nella sua offerta, propone le piscine fuori terra, definite anche sopraelevate. Una scelta adatta a tutti i tipi di ambiente e in grado di rendere più bello e confortevole un angolo della propria abitazione. Scegliere Unica Pool significa affidarsi a dei professionisti a tutto tondo. Questi, infatti, si occupano di tutte le fasi, dagli aspetti più burocratici, al montaggio e all’installazione. L’obiettivo è di offrire ai clienti una piscina funzionale ed elegante, al prezzo più vantaggioso e nel minor tempo possibile.

Fonti: